Dal limone al basilico, dai pomodorini al Prosecco extra dry per una versione light di un mojito dagli ingredienti tutti mediterranei. Un mix di ingredienti insoliti e accattivanti che Michele Piagno ha voluto mettere insieme per dare una sferzata di sapori e profumi del Bel Paese in un drink dal forte accento estivo, capace di conquistare anche i palati meno avvezzi ai cocktail o ai superalcolici.

La base di Prosecco infatti rende il Mediterranejito una bevanda adatta a tutti e indubbiamente mira a dare una sfiziosa variante di consumo per quello che negli ultimi anni è diventato il vino bianco a Denominazione di Origine Controllata più consumato come aperitivo in Italia e all’estero.

Un’eccellenza del territorio friulano e veneto che è sempre più di moda a Milano come a New York, a Sidney come a Londra (dove ha superato in volume anche lo champagne) che vince per facilità di consumo e per prezzo contenuto (dai 3€ ai 20€ per le produzioni di alcune prestigiose cantine nella docg del Valdobbiadene o di Cartizze).

E se aggiungiamo anche una facile realizzazione e un’altrettanto facile reperibilità di tutti gli ingredienti (tutti a prezzi più che accessibili), possiamo dire che il Mediterranejito può diventare un’ottima e fresca scelta per chi, con la bella stagione organizza pranzi, cene, aperitivi e party all’aria aperta, in spiaggia, in terrazza o sotto le stelle.

Ingredienti


3/4 fette di limone

3/4 foglie di basilico

2 pomodorini

2 barspoon (cucchiaino lungo da bar) di zucchero bianco

Prosecco Extra Dry q.b.

Come realizzarlo?

MediterranejitoSi comincia con un pestello dove esercitare una leggera pressione al limone e zucchero per creare la base del drink a cui poi si aggiungono le foglie di basilico, i pomodorini tagliati a metà e un goccio di Prosecco. Si miscela il tutto con un barspoon così da aiutare il rilascio dei profumi del basilico e del pomodorino. Si aggiunge il ghiaccio a cubetti, si riempie il bicchiere con il Prosecco extra dry che più preferiamo e si procede con un’ultima mescolata dal basso verso l’alto per rendere omogeneo il Mediterranejito.

Pronti a brindare?