Fino al 28 settembre, se vi recate a Eataly Milano Smeraldo troverete anche la mostra Germinazioni I diari della Terra di Giuseppe Carta.

Nella Piazza XXV Aprile, di fronte al tempio di Oscar Farinetti, troneggia la sua scultura di uno stupendo Peperoncino, di grande impatto: Capisca Red Light.

All’interno dello store, sul Palco, si trova una piccola esposizione di dipinti a olio e sculture in bronzo policrome, che rappresentano i frutti della terra nella loro Bellezza, che non è necessariamente Perfezione: infatti, la realtà, la natura, noi stessi non siamo perfetti, come vuole sottolineare Giuseppe Carta: “Amo dipingere ogni piega, ogni ruga, ogni imperfezione perché il dato reale, su tutti i possibili contesti di confronto, è sempre quello che appaga di più”.

carta

Giuseppe Carta è pittore e scultore e vive a Banari, in provincia di Sassari. L’oggetto privilegiato della sua ricerca è la natura morta, che sonda con attenzione quasi maniacale, cogliendone i più minimi dettagli e mettendo in evidenza le specificità dei singoli materiali.

Ogni mattina, nella veste di contadino, osserva nei suoi terreni tutte le trasformazioni dei prodotti della terra che sono avvenute durante il giorno e da questa sua esperienza quotidiana nasce il titolo della mostra “I diari della Terra”, ideata e organizzata da Arte Contemporanea Italiana.

D’altra parte, il cibo è sempre stato un tema privilegiato, indagato e rappresentato nell’arte in tutti i secoli, come si racconta il questo articolo.

La mostra è visitabile negli orari di apertura dello store

Eataly Milano Smeraldo

Piazza XXV Aprile 10 Milano

Per notizie e info su Giuseppe Carta:

arcoi.it