Sabato 24 e domenica 25 settembre torna con la XII^ edizione, Caseus Veneti, concorso regionale e appuntamento imperdibile per gli appassionati di formaggi, nella bella Villa Contarini di Piazzola sul Brenta (PD): 380 formaggi in concorso e festa popolare tra degustazioni, mostre e corsi

Questo evento ha lo scopo di accompagnare esperti, amanti del buon cibo, ma anche appassionati, alla scoperta di un mondo, quello dell’arte casearia, che rappresenta uno straordinario patrimonio immateriale della cultura locale.

Conoscenze secolari, tradizioni e duro lavoro si trasformano in un vero viaggio nei sensi, tra profumi e sapori dalle molteplici gradazioni. Un’esperienza da vivere.

Caseus Veneti è l’occasione straordinaria per fare un tuffo nell’arte e nelle tradizioni gastronomiche del Veneto.

caseus venetiPer il secondo anno, infatti, si terrà nella magnifica Villa Contarini, nata da un primo disegno di Andrea Palladio e giunta a noi nel suo aspetto barocco, che conta 144 ambienti su 6mila metri quadrati (solo nel corpo centrale senza contare le adiacenze).

Una vera reggia attorniata da un parco di 50 ettari che ha visto nella passata edizione oltre 30mila visitatori.

La manifestazione si snoda tra barchesse, cantine e giardini, proponendo ai visitatori una mostra di diversi formaggi regionali, laboratori di degustazione guidata tenuti da maestri assaggiatori, il mercato dei produttori e dei prodotti tipici e la produzione in diretta del formaggio.

Caseus Veneti è nato per valorizzare il lavoro degli allevatori veneti che ogni giorno consegnano latte prezioso a oltre un centinaio di caseifici, dove lavorano casari e affinatori dalle preziose conoscenze artigianali.

Il suo ruolo in questi anni è divenuto anche quello di promozione ai consumatori del formaggio “vero” e buono, fatto secondo tradizione, contro l’invasione estera di produzioni industriali di basso valore (formaggi ora addirittura realizzati con latte in polvere).

Da 12 anni grandi caseifici, piccolissime malghe, aziende agricole, stagionatori o affinatori, salgono alla ribalta e accettano la sfida della competizione che contribuisce di anno in anno a innalzare la qualità. L’ultima edizione ha visto partecipare 78 aziende con 380 formaggi divisi di 37 categorie (dai grandi DOP ai tradizionali, dagli erborinati agli affinati) e questo 2016 non sarà da meno.

Va detto che il Veneto è una grande patria dei formaggi: l’85% dei 1,1 milioni di tonnellate di latte prodotte ogni anno nella regione viene destinato alla trasformazione casearia di qualità.

La filiera veneta dei formaggi si è affermata sui mercati nazionali e internazionali con prodotti riconosciuti e tutelati dall’Unione Europea.

La manifestazione è promossa dalle grandi DOP, con la guida del Grana Padano insieme ai Consorzi di Asiago, Casatella Trevigiana, Montasio, Monte Veronese, Piave, Provolone Valpadana e Mozzarella STG, in collaborazione con Veneto Agricoltura e ONAF – Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggi, e il sostegno della Regione.

caseusveneti.it